Richiedere un mutuo

I tassi
Il piano di rimborso
Le spese
Le garanzie
Agevolazioni fiscali
   



 

I tassi dei mutui si dividono nelle seguenti categorie:

Tasso fisso
Il tasso, il cui tasso di riferimento è l'EURIRS (Euro Interest Rate Swap), rimane invariato per tutta la durata del mutuo così come la rata.
I mutui a tasso fisso sono consigliabili a chi prevede un inflazione crescente oppure vuole conoscere subito l'entità del debito contratto e l'importo esatto delle rate che andrà a pagare nel tempo.

Tasso variabile
Il tasso variabile, il cui tasso di riferimento è l'EURIBOR (Euro Interbank Offered Rate), così come la rata varia in base alle condizioni di mercato.
I mutui a tasso variabile sono congliabili a chi prevede un'inflazione calante oppure è più propenso al rischio.

Tasso misto
Il tasso misto è modificabile nell'arco temporale del mutuo passando dal tasso fisso al tasso variabile in base alle condizioni di contratto.
I mutui a tasso misto sono consigliabili a chi non intende determinare subito un tasso di riferimento oppure nel caso in cui le condizioni di mercato siano abbastanza incerte per cui non si ha una previsione precisa sull'inflazione.

Tasso Capped Rate
Il tasso Capped Rate è un tasso variabile con un tetto massimo prestabilito che non può essere superato anche nel caso in cui le condizioni di mercato varino notevolmente a sfavore.
I mutui a tasso capped rate sono consigliabili a chi propende per una soluzione mutuo a tasso variabile ma vuole limitarne i rischi

Tasso Bilanciato
Il tasso bilanciato è composto da una parte di tasso fisso ed una parte di tasso variabile.
Il mutui a tasso bilanciato sono consigliabili a chi non vuole assumersi il rischio di un tasso variabile volendo bilanciarne i benefici con il tasso fisso.

   
   
   



Privacy Policy
  |  Copyright  |  Contattaci