Richiedere un mutuo

I tassi
Il piano di rimborso
Le spese
Le garanzie
Agevolazioni fiscali
   



 

In fase di erogazione di un mutuo, trattandosi generalmente di cifre particolarmente elevate, l'istituto finanziatore richiede alcune garanzie:

L'ipoteca

E' la principale garanzia per il creditore, attribuisce infatti un diritto di prelazione sull'immobile e viene iscritta nei pubblici registri.

Nel caso in cui il debitore tenga fede alla promessa di pagamento, attribuisce al creditore il diritto di espropriazione dei beni ipotecati.

Il valore dell'ipoteca non è pari all'importo erogato, bensì equivalente al valore dell'immobile.

L'ipoteca dunque non copre solo il capitale erogato, ma anche:
- Gli interessi nella misura concordata;
- Eventuali interessi di mora nel caso di ritardi o mancato pagamento delle rate;
- I premi assicurativi;
- Gli oneri erariali, i tributi, le spesa, gli oneri notarili, professionali, ecc.
- Le spese giudiziali che la banca dovesse sostenere per il recupero di quanto dovuto.

L'ipoteca si estingue automaticamente dopo 20 anni. Nel caso il mutuo duri di più è necessario un rinnovo della stessa alla scadenza.

La fidejussione

In determinati casi l'ipoteca non riesce a coprire a pieno la richiesta di garanzie da parte dell'istituto finanziatore quindi si ricorre ad altre forme di garanzia tra cui la fidejussione.

Questo tipo di garanzia è costituita da una parte terza che garantisce l'adempimento degli obblighi del mutuatario e si assume personalmente la responsabilità nei confronti dell'ente finanziatore.

Il fidejussore risponde personalmente nei confronti della banca o della finanziaria con i beni di sua proprietà.

   
   
   



Privacy Policy
  |  Copyright  |  Contattaci